Logohere
slide4slide4
Accesso all'area riservata ai pediatri Fimp registrati

Username
Password


Recupera password
Registrati


08/03/2020 - COMUNICATO STAMPA FIMP CALABRIA

In questo momento in cui la diffusione dell'epidemia da Coronavirus comincia ad interessare anche la nostra regione, i Pediatri di Famiglia della FIMP Calabria rivolgono un appello alle famiglie con bambini per chiederne la collaborazione alle misure di contenimento dell'epidemia che si stanno mettendo in atto

Tale collaborazione risulta fondamentale per non vanificare gli sforzi che si stanno facendo.

Si allega (click sul titolo di questa notizia) il comunicato stampa ed i poster diffusi in questi giorni negli studi dei pediatri di famiglia sulle misure comportamentali e sulle modalità di accesso negli ambulatori.

Domenica 8 marzo alle alle 13,30 è prevista una intervista del Segretario Regionale FIMP Antonio Gurnari sul telegiornale regionale di LaC TV  (canale 19).


25/02/2020 - EPIDEMIA DA CORONAVIRUS (COVID-19): ATTIVATO IL NUMERO VERDE REGIONALE 800-767676

Da oggi è attivo in numero verde regionale Emergenza Coronavirus: 800-767676

Com’era prevedibile, la diffusione dell’epidemia da COVID-19, come per le epidemie influenzali, sta progressivamente interessando tutto il territorio nazionale.

Lo scopo delle misure che si stanno mettendo in atto è quello di limitare la diffusione del virus e far sì che l’epidemia non assuma una forma esplosiva con moltissimi casi tutti in poco tempo, ma abbia una gradualità e quindi, di conseguenza, una minore aggressività.

Anche se i dati clinici ed epidemiologici confermano la sostanziale benignità dell’infezione nei bambini, il nostro compito come pediatri di famiglia, è anche quello di evitare che essi possano rappresentare il veicolo di infezione per gli adulti, come già accade per l’influenza stagionale.

Le misure di prevenzione consigliate e, soprattutto, le precauzioni per l’accesso nei nostri ambulatori diventano quindi fondamentali.

Per questo abbiamo bisogno di strumenti di comunicazione veloci e duttili che consentano di far arrivare le informazioni giuste a tutte le famiglie in poco tempo. Oltre ai canali social della FIMP, su cui tutti i genitori possono condividere il materiale informativo messo a disposizione, diventano molto utili altri strumenti come la piattaforma web Pediatotem, per la quale la FIMP Calabria ha recentemente stipulato una convenzione che garantisce l’utilizzo gratuito per gli iscritti per i prossimi tre anni, intravedendo l’enorme utilità che questi strumenti avranno in futuro nella gestione dell’ambulatorio del pediatra di famiglia. La possibilità di inviare sul telefonino dei genitori di tutti i pazienti le modifiche di orario o di accesso all’ambulatorio assieme ad eventuale materiale informativo, diventa un elemento facilitante eccezionale, oltre che educativo per le famiglie. Coloro che non hanno ancora installato l’app possono richiederla al nr dedicato 02/40706750

Riassumendo, al momento, il comportamento da tenere si può così sintetizzare:

1)   Per tutti i casi che presentano sintomi simil-influenzali e che non arrivano dalla cosiddetta “zona rossa” (v. ordinanza ministeriale) oppure dalle zone ad alto rischio Cina e Corea, seguire il triage telefonico seguendo la scheda preparata dalla FIMP;

2)   Se, a seguito del monitoraggio telefonico, emerge la necessità di effettuare la visita in ambulatorio, l’accesso va programmato per garantire la sicurezza del paziente e degli altri, seguendo le indicazioni date per l’accesso in ambulatorio e le misure igieniche (DPI se disponibili, lavaggio mani, un accompagnatore solo ecc);

3)   Solo per i pz provenienti dalle zone a rischio è indicata la quarantena domiciliare e il monitoraggio telefonico;

4)   Per i casi sospetti allertare i servizi dell’ASP (118) o gli altri numeri regionali attivati per l’emergenza (v. Circ. MINSAN del 22-02-2020) e suggerire misure di protezione per i conviventi.

5)   Curare le misure igieniche dell’ambulatorio (il virus può persistere su strumenti e mobili fino a 9 giorni per cui è bene sanificare 1-2 volte al giorno con ipoclorito di sodio 0,1-0,5%, oppure etanolo al 62-71%, oppure perossido di idrogeno allo 0,5%)

6)   Attenersi alle comunicazioni ufficiali del Ministero, della Regione, dell’ASP (non comunicati generici ma documenti) e smentire le fake news che circolano sempre in questi casi (ad esempio la notizia della donna proveniente dalla Calabria e trovata positiva a Torino era completamente falsa).


02/02/2020 - INFEZIONE DA CORONAVIRUS

Inviamo un aggiornamento sulla situazione relativa all’infezione da 2019-nCov (coronavirus) con alcune schede utili nella gestione di eventuali casi sospetti.

La SIMIT (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali) ha elaborato una flow-chart per guidare il comportamento del personale sanitario sia ospedaliero che del territorio in caso di sospetto di infezione, importante soprattutto in questo periodo di epidemia influenzale.

Nello stesso tempo, il Ministero della Salute sta aggiornando con diverse circolari sull’argomento, di cui alleghiamo alcune recenti (vedere in particolare la circ. del 27/01/20, allegato 1).

Come ci ricordano gli esperti, a differenza dell'influenza, i segni dell'insufficienza respiratoria sono la prima caratteristica dell’infezione da coronavirus in quanto vengono aggredite in prevalenza le basse vie e la dispnea è tipica. La seconda determinante, oggi come oggi, è provenire da zone endemiche e la terza è il contatto con pazienti malati.

Ricordiamo che il Ministero della Salute ha istituito il numero verde gratuito 1500 disponibile per tutta la popolazione in caso di dubbi o richieste di informazioni.